Curiosità,  Qui Dublin, a voi studio

Paese che vai usanza che trovi #1: il servizio postale in Irlanda

Ieri ho telefonato alla corrispondente dell’ASL italiana, il Local Health Office, per registrare il pupo.

La gentilissima signora che mi ha risposto al telefono testualmente dice: “le mando ora un modulo per posta, le arriva domani, lo compili e me lo rispedisca il giornata”.

Sì, dice che mi arriverà domani senza ombra di dubbio.

E così è stato: stamattina ho trovato la busta nella cassetta della posta.

E non è finita qui: all’interno una busta già affrancata e con l’indirizzo del destinatario compilato a mano!

Quando si dice efficienza! E non sono nemmeno dovuti ricorrere ad una raccomandata.

Health Service Executive
Health Service Executive

Web strategist, occasional expat, tamer of paleontologists, astronauts and lego builders, you can find me near a vineyard - Cofounder at http://www.girlgeeklife.com

2 commenti

  • Roberto Felter

    e poi si domandano perchè la PEC (posta elettronica certificata) è un prodotto solo italiano. Non è perchè il servizio è sbagliato, è perchè negli altri stati non serve.

  • LaLui

    @Roberto Felter: già, e qui credo che non esista neppure la posta celere, prioritaria, raccomandata, raccomandata 1, postacelere plus o cose simili.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.